×
 SCOPRI DOVE SIAMO!

Per vedere tutti gli articoli, clicca qui

Posso farlo anche io!

Autonomia e disabilità spesso sono in antitesi, quasi un tabù per la nostra società: associare ad una persona con disabilità la possibilità di fare qualcosa "da solo" è impensabile. Eppure siamo certi che sia una realtà tanto lontana? In che misura un soggetto con disabilità può essere autonomo?

 

 

La sconosciuta Progeria

Scopriamo la Progeria attraverso la storia di vita di Sammy Basso

 

 

Psicomotricità, strumento d’intervento educativo-riabilitativo

Recenti studi hanno confermato che la vita psichica di un individuo inizia già nel periodo intrauterino grazie alle percezioni e sensazioni corporee che il feto vive nel grembo materno. Il corpo ed il movimento, quindi, sono le dimensioni esperienziali che stanno alla base della formazione del pensiero. Questi due termini sono le basi su cui trova fondamento la psicomotricità.

 

 

Lo sport come intervento educativo per la disabilità

Spesso gli specialisti consigliano di svolgere attività sportiva ai bambini in leggero sovrappeso, per far sì che mantengano sotto controllo il peso corporeo, ma la finalità dell'attività fisica non si limita al solo cambiamento fisico. Quasi nessuno pensa alle implicazioni socio-educative che lo sport può avere su bambini , sia "normodotati", che diversamente abili.

 

 

Conoscere il “Metodo Feuerstein”

Secondo il metodo Feuerstein, l'intelligenza non è un tratto ereditato geneticamente e perciò immutabile, ma uno stato risultante da diverse componenti. L'intelligenza è la propensione dell'organismo a modificarsi nella sua struttura cognitiva, in risposta al bisogno di adattarsi a nuovi stimoli di origine interna o esterna.

 

 

 SCOPRI DOVE SIAMO!